Tute, pennelli e colori. Per contrastare insieme la violenza maschile sulle donne

La Poesia di strada entra a scuola e approda nel circuito del Fuorisalone all’interno del PROGRAMMA-DESIGN-SENSIBILE_dal 17 al 22aprile 2018.

Vi aspettiamo il 19 aprile dalle ore 10:00 nel giardino di Via Montegani per assistere alla realizzazione delle due panchine rosse da parte degli studenti III C dell’Istituto Kandinsky sotto la guida preziosa di Mister Caos.

* Per chi si fosse perso i passaggi precedenti e desidera conoscere maggiori dettagli *

La III C dell’istituto Kandinsky ha elaborato due progetti che verranno realizzati sulle due panchine in via Montegani. Sono il risultato del percorso laboratoriale che abbiamo realizzato con loro a partire da metà gennaio. In questa fase sono emerse anche le tematiche che come associazione stiamo portando avanti con la mostra Come eri vestita, che si inserisce perfettamente nell’azione di Libere Sinergie volta a diffondere maggiore consapevolezza e superamento di stereotipi nocivi. Le panchine sono frutto di una collaborazione tra Libere Sinergie – Istituto Kandinsky, con il sostegno del Municipio 5 – Comune di Milano che ha creduto in questo progetto. Ma soprattutto si tratta di due panchine interamente progettate e realizzate dai ragazzi e dalle ragazze di una scuola del Municipio 5. Tra le peculiarità del percorso ci teniamo a sottolineare che sono i ragazzi e le ragazze al centro di tutto, i veri protagonisti. Sottolineiamo il positivo risultato di una interazione tra volontariato-scuola e istituzioni. In questo percorso Libere Sinergie ha scelto di fornire non solo gli strumenti culturali per far conoscere l’oggetto del progetto, contrasto e prevenzione alla violenza sulle donne e non solo commemorazione, ma avvalendosi della collaborazione del writer e poeta di strada Mister Caos, ha permesso di dare alla classe una guida non solo creativa e grafica, ma che sapesse accompagnarli in un lavoro in cui le parole e il messaggio fossero fondamentali, il cuore del progetto. Si sono costruiti un lavoro e un percorso che in qualche modo hanno costituito una evoluzione della panchina rossa. Un’esperienza che resta in dotazione ai ragazzi e alle ragazze e all’intera cittadinanza.
Un percorso di riflessione e di consapevolezza degli adolescenti coinvolti, i quali lo hanno fatto proprio e lo trasmettono all’intera cittadinanza e al territorio.

19_aprile_2018

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *